BrandMemo Innova et Bella su Facebook Innova et Bella su Twitter

Home >> Facebook Top Newspapers 2012
i-b_linea_img Sintesi

FACEBOOK TOP NEWSPAPERS 2012


Sintesi della ricerca


  • Continua la crescita esponenziale: in Italia più likers che lettori.
  • Washington Post, New York Times e Bild sul podio.
  • Il Fatto, La Stampa, La Repubblica e il Corriere fra i migliori.
  • Le App aperte al social reading si diffondono.

Innova et Bella, società di consulenza strategica, pubblica la classifica annuale 2012 dei migliori giornali quotidiani su Facebook, valutando con un social rating specifico le loro capacità strategiche di relazione.

Il campione posto sotto osservazione per il terzo anno consecutivo dalla ricerca Innova et Bella comprende i principali giornali quotidiani nazionali stampati in Europa e Usa, considerando Italia, Francia, Spagna, Germania, Gran Bretagna e Stati Uniti. Per ogni nazione sono stati posti sotto osservazione 10 fra i quotidiani più diffusi, per un campione totale di 60 testate. Complessivamente il campione posto sotto osservazione dalla Ricerca I&B rappresenta al 30 giugno 2012 oltre 12,8 milioni di likers su Facebook, con una crescita di 8,1 milioni rispetto ai 4,7 milioni di likers registrati dalla ricerca I&B nel 2011. Il dato sul social network si confronta nel 2012 con una diffusione media complessiva di 28,9 milioni di copie, in diminuzione di circa 1,8 milioni di copie rispetto alla diffusione di 30,7 milioni registrata dallo stesso campione nella Ricerca I&B 2011.

In luce l’eccezionalità della selezione italiana, prima e unica fra le 6 nazioni occidentali a presentare un numero di likers superiore alla quantità delle copie diffuse. Nelle dieci testate considerate per il nostro paese i likers sono complessivamente oltre 3,5 milioni, contro una diffusione di copie su carta di 2,3 milioni. Impressionante il paragone con le altre nazioni. La selezione degli Stati Uniti, con un analogo numero di likers fronteggia una diffusione di ben 8,4 milioni di copie. La selezione britannica presenta meno della metà dei likers di quella italiana, 1,6 milioni, con una diffusione più che doppia pari a 7,5 milioni di copie. In sintesi per ogni copia diffusa nel nostro paese si registrano 1,61 likers, contro lo 0,62 in Francia, lo 0,55 in Spagna, lo 0,50 negli Stati Uniti, lo 0,27 in Germania e solo lo 0,20 in Gran Bretagna.

La ricerca Innova et Bella per l’attribuzione del social rating e la formulazione della classifica finale dei principali quotidiani pone sotto analisi 12 pratiche di relazione:

  1. Gestire una massa critica di portatori d’interesse.
  2. Sviluppare la crescita partecipativa dei propri portatori d’interesse.
  3. Coinvolgere tutti i principali portatori d’interesse lettori, giornalisti e dipendenti, imprese e istituzioni, nello sviluppo delle proprie strategie di relazione editoriale.
  4. Sviluppare App per il social reading, dedicate a offrire ai lettori la possibilità di comporre il proprio quotidiano personale e di gruppo e di condividerlo in rete con i propri amici.
  5. Offrire ai propri lettori l’opportunità di una relazione diretta con i propri giornalisti (es. l’offerta di dialogo 1to1 con la propria firma preferita) sviluppando strategie di relazione personalizzate per ogni singolo giornalista.
  6. Dedicare un’attenzione crescente alla fase di “ascolto” dei propri lettori, all’analisi professionale dei loro dati di partecipazione e alla loro restituzione in rete.
  7. Offrire al pubblico la partecipazione all’agenda editoriale, considerando i comportamenti dei lettori più partecipativi.
  8. Offrire contenuti iconografici, video e foto, con crescenti opportunità di dialogo e condivisione in rete con la redazione e con gli altri lettori.
  9. Accrescere il valore aggiunto dei propri contatti, oltre il semplice “mi piace”, con l’offerta di relazioni personalizzate di lungo periodo basate su interessi profondi.
  10. Integrare le proprie strategie editoriali su più canali aperti: carta, online, app, blog, facebook, twitter, you tube, ...
  11. Sviluppare l’offerta di contenuti in aree tematiche (es. salute, sport, finanza, etc.) proposte con strategie autonome di relazione su specifici target di clientela.
  12. Valorizzare pubblicamente le relazioni sviluppate con i propri lettori (es. premiazioni e classifiche dei lettori a più alto tasso di partecipazione).

In estrema sintesi la ricerca 2012 di Innova et Bella certifica l’intenso e costante sviluppo da parte dei media di un’offerta di relazione multimediale, multicanale, sempre più profonda e articolata. Basata sull’ascolto e sulla partecipazione attiva di dipendenti, giornalisti e lettori. I quotidiani non si limitano più a cercare il semplice gradimento del lettore da misurare come semplice contatto, ma puntano a sviluppare una partecipazione personale più profonda, a più alto valore aggiunto. I migliori competitori sperimentano costantemente nuove soluzioni per offrire al pubblico opportunità di relazione 1to1 con i propri mezzi, i propri contenuti, i propri giornalisti.

Ai primi posti della classifica con rating tripla A due quotidiani statunitensi che rappresentano il riferimento dell’eccellenza per l’intero settore della stampa quotidiana: Washington Post e NY Times. Il primo premiato per le numerose possibilità di interazione, l’offerta di relazione dedicata ai giornalisti e ai reporter componenti lo Staff del giornale, la ricchezza di richieste di opinioni, consigli e la proposizione di tematiche incentivanti la partecipazione costruttiva del lettore. Di particolare rilievo l’App ‘Washington Post Social Reader’. Nel 2012 i likers di Washington Post salgono a quasi 400 mila, 172 mila nel 2011.

Al secondo posto, sempre con rating AAA, il NY Times. Il quotidiano che vanta il maggior numero di likers (2,2 milioni, erano 1,2 milioni nel 2011) è stato tra i primi ad utilizzare la nuova timeline in versione diario per raccontare la sua storia (nel 1959 la foto di un’inedita Marilyn Monroe tra i ritagli negli archivi del giornale). Molto elevato il coinvolgimento dei suoi giornalisti nei dibattiti e nelle numerose tematiche di discussione.

Al terzo posto, con rating AA, il quotidiano tedesco Bild: elevata interattività, qualità estetica e dei contenuti caratterizzano la nuova veste della pagina social di Bild, che nel 2012 registra oltre 776 mila likers, erano 132 mila nel 2011.

Quarta posizione e rating AA anche per il francese Le Parisien che si caratterizza per l’intenso coinvolgimento del lettore: dirette e servizi speciali fruibili sulla piattaforma social, alta valorizzazione delle relazioni con i likers con l’offerta di concorsi dedicati: giochi e foto contest. Oltre 512 mila i likers nel 2012, erano 88 mila nel 2011.

In quinta posizione un altro quotidiano francese, Le Figaro, apre la serie dei quotidiani con rating A. Anche Le Figaro, tra i primi ad adottare la versione Diario, presenta, nel 2012, un notevole incremento qualitativo delle sezioni tematiche e delle letture social. I sostenitori di Le Figaro sono oltre 330 mila nel 2012, erano 64 mila nel 2011.

In sesta posizione sempre un francese, il quotidiano Le Monde, sempre con rating A. Di particolare interesse l’applicazione per la lettura social ‘Le Monde&Vous’, l’ampia offerta di aree tematiche e la cura dei contenuti anche nelle sezioni di carattere storico. Oltre 350 mila i sostenitori di Le Monde nel 2012, erano 157.000 nel 2011.

Al settimo posto sempre con rating A il quotidiano spagnolo Marca. Il quotidiano sportivo spagnolo si caratterizza per la vasta integrazione con altri canali social e piattaforme multimediali quali Youtube, di cui troviamo un esempio dai contenuti vasti e accurati; si rilevano inoltre, foto contest a premi e temi del giorno. I likers di Marca sono oltre 580 mila nel 2012, 135 mila nel 2011.

In ottava posizione con rating A, il quotidiano inglese The Guardian, di cui si evidenzia un’offerta di oltre 30 pagine tematiche e una sezione dedicata agli annunci di lavoro ‘Jobs’. I sostenitori di The Guardian sono oltre 400 mila nel 2012, erano 76 mila nel 2011.

Al nono posto della classifica internazionale il colosso dell’informazione economica, The Wall Street Journal. Il quotidiano economico statunitense si distingue per la vasta ricerca di contributi da parte dei likers attraverso tematiche a crescente coinvolgimento dei propri sostenitori, notevole la cura dei contenuti iconografici. WSJ vanta oggi oltre 500 mila likers, erano 245 mila nel 2011.

Infine al decimo posto, sempre con rating A lo spagnolo Abc. Del quotidiano rileviamo l’elevata integrazione con le altre piattaforme web e social, come ad esempio Twitter e Pinterest, oltre alla presenza di numerosi blog. I sostenitori di Abc nel 2012 sono 74.000, 38.000 nel 2011.

Nelle classifica italiana, 4 testate nell’eccellenza del rating A. Il Fatto Quotidiano, che con i suoi 780.000 likers (erano 450.000 nel 2011) presenta un moltiplicatore eccezionale rispetto alle copie diffuse, pari a ben 10 likers per copia, sostenuto dall’intensa interazione delle sue firme. Segue La Stampa che con “solo” 43.000 likers (triplicati rispetto ai 13.000 del 2011) presenta ottimi esempi di strategie relazionali evolute. Al terzo e al quarto posto della classifica italiana i due principali quotidiani nazionali, La Repubblica che superando con una crescita record il milione di likers (erano 323.000 nel 2011) rappresenta l’imprescindibile punto di riferimento quantitativo, e il Corriere della Sera che raggiunge i 706.000 likers conservando il proprio ritmo istituzionale (erano 256.000 nel 2011).








 

© 2018 - I&B - Privacy