BrandMemo Innova et Bella su Facebook Innova et Bella su Twitter

Home >> Facebook Top Newspapers 2014
i-b_linea_img Sintesi

Facebook Top Newspapers 2014


Sintesi della ricerca


  • Facebook mobile trascina i likers dei quotidiani al record di crescita: superati i 50 milioni nel 2014.
  • New York Times, Usa Today, El País, Le Parisien, primi nel mondo.
  • La Stampa, La Repubblica, il Corriere della Sera e Il Fatto Quotidiano primi in Italia.
  • All’Italia il record dei likers per copia diffusa: 7,6 milioni di likers per 1,6 milioni di copie.
  • Rallenta la discesa delle diffusioni. Pronti per il consolidamento digitale?

Facebook, nel suo anno migliore grazie agli investimenti sul mobile, trascina al record di crescita anche i likers dei principali quotidiani nel mondo.

I likers registrati dalle pagine Facebook dei principali quotidiani europei e statunitensi raggiungono oggi 54,7 milioni, con un balzo record di 35 milioni di likers (+178%) rispetto ai 19,7 milioni registrati nel 2013.

Da quando nel 2011 Innova et Bella ha avviato il monitoraggio delle principali 60 testate occidentali su Facebook (Francesi, Inglesi, Italiane, Spagnole, Tedesche e Statunitensi), i likers dei quotidiani sono cresciuti dai 4,6 milioni del primo anno di censimento, ai 12,6 milioni del 2012, ai 19,7 milioni del 2013, per superare oggi i 54,7 milioni. 

Contemporaneamente le copie diffuse dalle testate campione sono scese dai 30,7 milioni di copie nel 2011, ai 29,7 milioni nel 2012, a 28,2 milioni nel 2013, per giungere quest’anno a stabilizzarsi in 27,7 milioni di copie, consolidando l’inversione di tendenza sul mercato statunitense. Per il 2015 è prevedibile un ulteriore consolidamento globale delle diffusioni dovuto al progressivo contributo delle copie digitali.

Con una massa di oltre 50 milioni di likers (su una popolazione di oltre 800 milioni utenti giornalieri Facebook) la posta in palio diventa strategica.

C’è ancora qualche manager editoriale che possa dubitare della necessità di sviluppare per il proprio quotidiano una chiara strategia Facebook?

Decine di milioni di utenti digitali in continuo aumento di cui possiamo conoscere tutto grazie a Facebook e ai suoi big data e ai quali possiamo già cominciare a vendere il quotidiano del futuro.

Per ogni quotidiano riuscire a trasformare milioni di likers in lettori paganti di contenuti rappresenterà quindi - big data in mano - la più importante sfida competitiva dei prossimi anni.

A patto di riuscire a ottenere dai propri manager un Piano Facebook realmente innovativo e competitivo, tralasciando la ricerca di un engagement fine a se stesso per concentrarsi su nuove pratiche manageriali finalizzate all’unico, reale e concreto obiettivo economico: aumentare i lettori, gli abbonati e i clienti felici di pagare contenuti di valore.

Per il momento la Ricerca di Innova et Bella fotografa lo stato competitivo delle principali testate occidentali attribuendo un rating di eccellenza alle loro strategie di relazione su Facebook.

Ai primi posti della classifica internazionale quest’anno registriamo The New York Times, Usa Today, El País, Le Parisien.

Ai primi posti in Italia, e tutte nell’elite delle prime 20 testate internazionali La Stampa, La Repubblica, il Corriere della Sera e Il Fatto Quotidiano.

E se gli Stati Uniti mantengono con 19 milioni il primato dei likers dei quotidiani, l’Italia con i suoi 7 milioni di likers conserva il proprio record di socialità. E’ al primo posto nel rapporto likers /diffusione: 4,7 likers per ogni copia diffusa.

In sintesi: per ogni quotidiano l’universo di likers Facebook in continua espansione rappresenta oggi una frontiera ricca di opportunità fino a ieri inimmaginabili.

Facebook è già oggi una grande, crescente, arena sociale su cui gli editori sono chiamati a giocare gran parte della propria competizione editoriale.

Il nostro Paese vanta la più alta proporzione di likers per copia diffusa. La sfida è trasformarli in lettori paganti di contenuti di valore.

I Ceo, i manager, i direttori e i giornalisti sono tutti avvisati: c’è molto lavoro da fare per creare nuovo valore.

Nuove strategie, nuova organizzazione, nuove regole di business e, soprattutto, nuovi contenuti.

7 agosto 2014








 

© 2018 - I&B - Privacy